lunedì 29 agosto 2016

Post allenamento: defaticamento e recupero

La corsa è uno sport alla portata di tutti: semplice da praticare e che non richiede particolari doti fisiche. Nonostante ciò bisogna fare molta attenzione a non commettere errori che possano rivelarsi controproducenti e dannosi. Ogni fase dell'allenamento va praticata con la massima attenzione, ma non bisogna sottovalutare neanche la fase post allenamento.

Al fine di massimizzare i benefici della corsa è consigliabile dedicare una parte dell'allenamento al defaticamento e al recupero: in questo modo è possibile ridurre notevolmente il rischio di infortuni quali strappi muscolari, dolori articolari o semplicemente l'eccesso di fatica tipico del giorno dopo.

Il defaticamento finale è importante tanto quanto il riscaldamento iniziale: così come il riscaldamento prepara i muscoli per un'attività intensa, il defaticamento contribuisce a rallentare gradualmente il ritmo fino a fermarsi. Durante questa fase, fatta anche di respiri profondi, i muscoli vengono stirati con molta cura al fine di evitare accumuli di acido lattico.

Bisogna quindi preferire un allenamento di durata più breve per poter dare spazio al recupero, piuttosto che tralasciare quest'ultimo.

Per alleviare la fatica del giorno dopo, è consigliabile effettuare qualche esercizio di stretching prima di andare a letto: il rilassamento muscolare che ne consegue evita il rischio di contratture, contribuendo a riposare meglio durante la notte e a svegliarsi meno affaticati il mattino dopo. Sono sufficienti pochi esercizi, svolti senza tirare eccessivamente.

Per quanto singolare possa apparire, anche il momento della doccia contribuisce al recupero muscolare: alternare acqua fresca e tiepida aiuta sia la tonificazione dei tessuti, che la circolazione sanguigna. In ogni caso, bisogna prestare molta attenzione a non essere ancora sudati quando si fa una doccia rinfrescante!

Infine, ma non meno importante, i massaggi sono ideali per recuperare dopo un'intensa attività fisica. In questo caso, però, è molto importante affidarsi a mani esperte, piuttosto che al fai da te. Se comunque si decide per l'automassaggio, allora è importante effettuarlo in modo lieve evitando di raggiungere parti del corpo nelle quali non si sa dove mettere le mani.

Per i massaggi può risultare molto utile l'utilizzo di una crema idratante o di un olio per il corpo, la cui applicazione va eseguita spalmando in direzione del cuore al fine di aiutare il ritorno venoso.


Fonte: www.runningitalia.it

Nessun commento:

Posta un commento