giovedì 25 agosto 2016

Cosa fare per evitare la sudorazione dei piedi durante la corsa

Un argomento poco trattato che riguarda i piedi e il loro benessere è quello della sudorazione, soprattutto quando si pratica attività fisica.

Molto spesso accade che, quando si parla del piede in riferimento alla corsa, ci si soffermi solamente sull’aspetto tecnico, ovvero sul tipo di appoggio (neutro, pronazione e supinazione), oppure sulle patologie che lo colpiscono, come la fascite plantare.

Considerato il ruolo fondamentale che le nostre estremità inferiori ricoprono mentre corriamo, si capisce bene che piedi sani non possono che influenzare positivamente la prestazione.

L’aumento della temperatura corporea, dovuto al movimento e/o alle condizioni climatiche, può causare un’iper-sudorazione dei piedi, fenomeno che può risultare fastidioso e imbarazzante, ma soprattutto può essere causa di vesciche e infezioni.

Le cause scatenanti del sudore ai piedi sono principalmente legate agli indumenti specifici indossati: calzini in tessuto sintetico e scarpe poco traspiranti e strette sono i migliori amici di un’eccessiva sudorazione.

Per mantenere i piedi asciutti durante la corsa si consiglia di indossare calzini in cotone e scarpe non troppo strette, che garantiscano il movimento del piede all’interno e non rallentino la circolazione sanguigna.

Ovviamente, bisogna fare attenzione che la scarpa non sia neanche troppo larga, perché, ad ogni passo, potrebbe verificarsi lo scivolamento di quest’ultima dal tallone. Questo sfregamento è causa di vesciche e piccole ferite, le quali, proprio per la posizione in cui si trovano, necessitano di lunghi tempi di guarigione. È per questo ed altri motivi, che la scelta delle scarpe da corsa per un podista deve avvenire con molta cura.

Per andare incontro al problema della sudorazione dei piedi durante la corsa, sono stati immessi nel mercato numerosi prodotti farmaceutici come borotalchi, creme e deodoranti specifici.

Abbiamo testato uno di questi prodotti e lo abbiamo trovato davvero molto efficace. Stiamo parlando della crema deodorante a lunga durata prodotta da Timodore.

Dopo aver lavato i piedi, la crema va accuratamente spalmata fino al completo assorbimento, prima di cominciare l’attività fisica. La lunga durata garantita fino a 48 ore, permette di evitare l’applicazione quotidiana e di ridurla soltanto ai momenti in cui si pratica l’attività fisica: considerando che in media ci si allena 3 volte in una settimana, altrettante applicazioni dovrebbero risultare sufficienti.

Il Timo, la Lavanda, il Rosmarino e la Margosa sono le principali componenti naturali contenute nella crema e sono in grado di controllare la sudorazione del piede.

Il Timo è noto per le sue numerose proprietà benefiche, ma parlando di sudorazione, è in grado di eliminare i batteri che causano i cattivi odori nelle scarpe. Inoltre, svolge un’azione antimicotica, combattendo eventuali funghi che colpiscono i piedi.

La Lavanda è nota anch’essa per i suoi numerosi benefici, ma nello specifico, se applicata sulla pelle, è in grado di svolgere un’azione detergente, antinfiammatoria e antibatterica, alleviando il prurito che può derivare dall’eccessiva sudorazione.

Per quanto riguarda il Rosmarino, una delle principali proprietà che possiede è quella di contenere principi attivi antinfiammatori, in grado di contrastare le ferite che possono derivare dalla rottura delle vesciche.

Infine la Margosa, non molto comune nelle usanze occidentali, ma molto presente nella medicina indiana e conosciuta come Neem, viene utilizzata per contrastare le infezioni fungine come il piede d’atleta.

L’utilizzo combinato di crema, calzini in cotone e scarpe traspiranti vi garantirà piedi asciutti e sani, evitando vesciche e imbarazzanti cattivi odori.

www.runningitalia.it

Nessun commento:

Posta un commento