lunedì 24 luglio 2017

Info Sociale #30

DOVE ABBIAMO CORSO:

Complimenti a Carlo e Giorgio (no i comici..) , entrambi 4° di categoria rispettivamente sui 21 e 30 km alla Cansiglio Run e a Daniela: 3° di categoria sui 21 km

Martedì 18 Luglio:
  • San Michele delle Badesse (PD) - Corri e cammina in Valle Agredo: Michele Scaggiante

Venerdì 21 Luglio:
  • Cappella (VE) - Corsa del Pomodoro: Manuel Favaro, Michele Scaggiante, Pierluigi Pizzato, Ignazio Musmeci

Sabato 22 Luglio:
  • Piovene Rocchette (VI) - Trans d'Havet: Michele Nodari

Domenica 23 Luglio:
  • Gallio (VI) - La Galliota: Mauro Riccato
  • Monte Grappa (VI) - Marcia Centenario del Grappa: Massimiliano Tebaldi, Maurizio Tebaldi
  • Padova - Happiness Run: Michele Scaggiante
  • S. Osvaldo (TV) - Cansiglio Run: Giorgio Vanzetto, Matteo Besazza, Daniele Baroni, Riccardo Piva, Walter Antonello, Salvatore Crapanzano, Carlo Casali, Giovanni Demarco, Carla Gemin, Daniela Baldari, Stefano Canello, Gianfranco Marcon, Gianfranco Barbazza, Roberto Massarutto
  • Tarzo (TV) - Marcia tra colline e castagni: Manuel Favaro

venerdì 21 luglio 2017

Calendario Maratone e Mezze Maratone FIDAL 2018 - 2020

FIDAL ha reso disponibili i calendari Maratone e Mezze MAratone per i prossimi 3 anni.


E' possibile scaricare QUI il calendario delle Maratone e Mezze Maratone per l'anno 2018

E' possibile scaricare invece QUI il calendario  triennale delle Maratone e Mezze Maratone per gli anni 2018 - 2020

mercoledì 19 luglio 2017

Campionato sociale 2017: classifica al 17/07/2017

Punti 63:
Scaggiante Michele,

Punti 48:
Casali Carlo,

Punti 39:
Baldari Daniela,

Punti 37:
Pizzato Pierluigi,

Punti 36:
Favaro Manuel,

Punti 35:
De Toni Marco,

Punti 34:
Rusconi Alberto,

Punti 32:
De Luca Giacomo, Massarutto Roberto,

Punti 31:
Meneghetti Alessio, Pivetta Andrea,

Punti 30:
Vanzetto Giorgio,

Punti 29:
Nalesso Monica,

Punti 27:
Marangon Silvano,

Punti 26:
Rossit Maria Grazia,

Punti 25:
Zampieri Luciano,

Punti 23:
Ragazzo Iosanco,

Punti 22:
Cettina Alessandro, Riccato Mauro, Rossi Nicoletta, Tebaldi Massimiliano,

Punti 21:
Baroni Daniele, Panciera Andrea,

Punti 20:
Simion Michele,

Punti 19:
Minto Martino, Temporin Marco,

Punti 18:
Tebaldi Maurizio,

Punti 17:
Michielan Erika, Piva Riccardo, Pozzi Viola,

Punti 16:
Caceffo Erika, Campanelli Cesare, Zanetti Nicola,

Punti 15:
Coin Maurizio, Loconsole Giovanni, Musmeci Ignazio, Pandiani Giovanni, Rosada Mauro, Santello Nadio,

Punti 14:
Marcon Gianfranco, Pandiani Alberto, Vedova Gabriele,

Punti 13:
Demarco GiovanniGemin Carla, Lazzari Emanuela,

Punti 12:
De Toni Leonardo, Giacomin Valentina, Pascoli Silvia,

Punti 10:
Barbazza Gianfranco,

Punti 09:
Agnoletto Walter, Antonello Walter, Besazza Matteo,

Punti 08:
Bazzana Andrea, Berto Sergio, Canello Stefano, Cozzolino Felice, Marini Massimo, Mezzalira Ennio, Piccini Monica,

Punti 07:
Bertoldo Luigi, Crosara Fabio, Ongarato Fabio,

Punti 06:
Duso Massimo, Maniero Mirco, Ongaro Andrea, Tacchetto Daniele,

Punti 05:
Favaro Cristiano, Furlan Luigino, Rizzi Francesco, Vicentini Anna, Zampieri Silvia,

Punti 04:
Alemanno Ludovica, Bertoldo Roberto, Caser Michela, Pruner Andrea,

Punti 03:
Biscontin Andrea, Busolin MichelaDigeronimo Dario, Forghieri Marco, Padrin Federica, Scozzi Mauro, Sepe Cristian, Terlizzi Luca,

Punti 02:
Bortoletto Alessandro, Bruni Antonio, Maniero Federico, Wirkowsky Jean,

Punti 01:
Asti Gionata, Cemolin Renzo, Cerutti Stefano, Compagno Nicola, Dalla Chiesa Roberta, Fabiano Gabriele, Ferialdi Tiziano, Ferri Marco, Fiannaca Antonio, Martinati Rudi, Mosca Mauro, Paggiarin Samuele, Schiavon Mauro, Trabujo Ivan, Vio Daniele, Zanchet Andrea,

lunedì 17 luglio 2017

Info Sociale #29

DOVE ABBIAMO CORSO:

Mercoledì scorso a Mirano folta partecipazione di Amatori, e incetta di soddifazioni con Erika ottima pacer dei 4:30, e con Carlo, Nicoletta e Luigi 3° di categoria,
Sabato invece Gabriele si porta a casa un 16° assoluto ai 100 km di Asolo

Mercoledì 12 Luglio:

  • Mirano (VE) - Tornado Run: Ignazio Musmeci, Alessandro Cettina, Maurizio Coin, Carlo Casali, Nicoletta Rossi, Daniela Baldari, Pieluigi Pizzato, Alessio Meneghetti, Giacomo De Luca, Michele Scaggiante, Luciano Zampieri, Erika Michielan, Luigi Bertoldo, Maria Grazia Rossit, Manuel Favaro
Venerd' 14 Luglio:
  • Venezia- Run 5.30: Carlo Casali, Jean Wirkowski
Sabato 15 Luglio: 
  • Asolo (VI) - 100 di Asolo: Gebriele Vedova, Giovanni Loconsole, Mauro Riccato
  • Solesino (PD) - StraSolesino: Michele Scaggiante
Domenica 16 Luglio:
  • Alleghe (BL) - Transcivetta: Marco Temporin
  • Ballò - Le balle di Ballò: Michele Scaggiante
  • Enego (VI) - La Enego-Marcesina: Pierluigi Pizzato, Salvatore Crapanzano
  • Fagarè - Corri Fagarè: Silvano Marangon
  • Miane (TV) - Marcia del Rifugio: Andrea Pivetta, Roberto Massarutto

venerdì 14 luglio 2017

Peso e consumo calorico nella corsa


Molti runners, per determinare il consumo calorico nella corsa, conoscono la “famosa” formula matematica:

KG (peso) x KM (distanza percorsa) x fattore K.

Il fattore K (l’elemento di questa formula maggiormente sconosciuto…) è determinato da vari elementi quali:

– La tecnica di corsa

– La pendenza e il fondo del percorso

– La temperatura e l’umidità dell’ambiente in cui si corre

– Il vento

– Le calzature

Un runner che corre tecnicamente in modo perfetto, su un tracciato perfettamente asfaltato e in leggerissima discesa, ad una temperatura di 12° e con un basso tasso di umidità, con il vento a favore e con delle calzature adatte alle sue caratteristiche, avrà un fattore K inferiore a 1.

A parità di peso e di chilometri percorsi, consumerà quindi meno rispetto ad un runner che corre tecnicamente in modo scorretto, su un percorso in salita e dal fondo sconnesso, ad una temperatura di oltre 30° e con un alto tasso di umidità, con il vento contro e con delle calzature inappropriate.

Facendo una media tra le due situazioni “estreme” (positivissima la prima, negativissima la seconda…), il fattore K si ritiene essere uguale a “1” e quindi ininfluente per determinare il consumo calorico complessivo.

Per comodità, senza però allontanarsi troppo da un conteggio veritiero, si fa quindi spesso riferimento solo al peso del runner e a quanti chilometri percorre.

La velocità a cui si corre non influenza invece il consumo calorico complessivo.

Lo stesso runner di 70 kg che corre per 20 km, consuma infatti sempre circa 1.400 calorie sia che ci impieghi un’ora, sia che ne impieghi due.

L’unica cosa che cambia è il tipo di combustibile che utilizza: prevalentemente glicogeno a ritmi molto sostenuti, prevalentemente lipidi a ritmi più blandi.

Tornando alla formula matematica “KG x KM x fattore K”, appare evidente come ad un peso corporeo inferiore corrisponda un costo energetico inferiore.

Facciamo un esempio:

70 (kg) x 20 (km) x 1 (k) = 1.400 calorie

68 (kg) x 20 (km) x 1 (k) = 1.360 calorie

Più si allunga la distanza, più un peso corporeo inferiore permette un minor costo energetico.

70 (kg) x 100 (km) = 7.000 calorie

68 (kg) x 100 (km) = 6.800 calorie

Considerando che in un corpo umano ben muscolato e perfettamente alimentato, è possibile depositare una quantità di glicogeno tale da fornire al massimo 2.000 calorie (circa 1.600 depositate nei muscoli e circa 400 nel fegato…), appare evidente come 200 calorie in meno di consumo calorico determinate da un peso inferiore di 2 kg, siano un “tesoretto” importante.


Se poi il peso del runner si abbassa ulteriormente, “il tesoretto” di risparmio energetico aumenta ancor di più.


Teniamo inoltre conto che, soprattutto nei tratti in salita, meno si pesa e meno fatica si fa.

Questo appare evidente dato che per sollevare una massa sempre più leggera, servirà un quantitativo di forza sempre meno elevato.

In salita le calorie consumate da un runner più leggero saranno quindi inferiori perché la massa da spostare sarà inferiore, ma non solo… Anche il combustibile utilizzato sarà diverso.

Infatti più bassa è l’intensità dello sforzo determinata da un peso inferiore, più si utilizzeranno i lipidi di cui il corpo umano possiede una riserva quasi immensa (1 kg di grasso fornisce oltre 7.000 calorie…), risparmiando il glicogeno di cui invece un corpo perfettamente alimentato abbiamo possiede al massimo 2.000 calorie.


Negli sport di endurance pesare poco è quindi senza dubbio un enorme vantaggio perché fa risparmiare moltissime energie


Fonte: www.trirunnis.it

martedì 11 luglio 2017

02/07/2017 - Primiero Dolomiti Marathon

Periodo di ferie, si stacca la spina dal lavoro di operatore ecologico e si parte per i monti lasciando la terraferma veneziana per 15 giorni. Da molti anni si va sopra Pedavena a 1000 metri, un luogo non movimentato se non nei fine settimana ma a ridosso del Monte Avena dove dal 1 al 15 luglio si svolgerà i campionati mondiali di parapendio. Prima settimana con qualche corsa di qua e di là e qualche allenamento in loco in previsione di Primiero. Essendo il percorso di salita e molta discesa mi preparo nella seconda settimana con un' allenamento mattutino di 14 km, primi 7 in salita altrettanti in discesa. Ovviamente molto a rilento in salita ma sono costante, discesa a sciogliere le gambe, per lo meno siamo pronti per i 26 km di sabato 1 luglio. Arriva il grande giorno, in partenza a San Martino di Castrozza ritrovo Nicola Zanetti e Sergio Berto, qualche scambio di chiacchiere pensando più che altro ad arrivare al traguardo e con le scarpe sbagliate.
Si parte, primi 4 km in salita poi leggera discesa ma per poco, 2 km in fila indiana a salire camminando nel vero stile Trial poi saliscendi fino al Lago di Calaita a metà percorso e punto più alto del 26 km. Dalla malga omonima si scende attraverso sentieri e nei boschi, al 16°km raggiungo Carlo Casali intento a fare i 42 che cammina, lo saluto cordialmente e proseguo ma purtroppo la discesa a tratti pericolosa e con un forte dislivello negativo mi costringono a rallentare molto se non per qualche centinaio di metri in piano dove accelero un po'.
A 6 km dal termine uscito dal bosco e percorrendo un sentiero girando lo sguardo a destra vedo Primiero dall'alto ma quando si scende giù? Finisce il sentiero, ora c'è solo asfalto ma siamo arrivati al traguardo. 26 km durissimi, la seconda corsa più difficile che ho gareggiato dopo Sappada, faccio fatica a camminare ma piano piano ritiro la sacca e mi dirigo al Palasport per il pasta party. Saluto Giacomo Cecchini anche lui distrutto dalla fatica di 42 km. Lunga coda con Nicola Zanetti a pranzo, arrivano anche Carlo e Ignazio a smaltire la corsa con pasta, crauti carne e naturalmente birra. Al termine saluto i presenti e con Nicola prendiamo la navetta per San Martino, nel frattempo ha iniziato a piovere. Saluto Nicola e rientro a Pedavena sotto una pioggia battente lungo il tragitto. Era l'ultimo giorno di ferie, si torna a casa il giorno dopo a riprendere le mie abitudini giornaliere e al caldo veneziano.
Alla 30 Trentina ci sarà un'altra stagione, per il momento trascorriamo l'estate con le corse dalle mie partì.

Michele Scaggiante

lunedì 10 luglio 2017

Info Sociale #28

DOVE ABBIAMO CORSO:

Mercoledì 5 Luglio:
  • Dolo - Run Night: Manuel Favaro, Michele Scaggiante, Mauro Rosada
Giovedì 6 Luglio:
  • Mestre - Coremo soto e stee: Gianfranco Marcon, Roberto Massarutto, Andrea Pivetta, Michele Scaggiante, Maurizio Coin, Luciano Zampieri, Ignazio Musmeci, Michela Busolin, Federica Padrin, Alessio Meneghetti, Giacomo De Luca, Daniela Baldari, Marco De Toni, Viola Pozzi
Venerdì 7 Luglio:
  • Noventa di Piave (VE) - A tutta Birra: Manuel Favaro, Marco De Toni, Gabriele Vedova
Sabato 8 Luglio:
  • Tribano (PD) - Notturna della Magnolia: Michele Scaggiante
Domenica 9 Luglio:
  • Calcroci di Camponogara (VE): Michele Scaggiante, Roberto Massarutto, Andrea Pivetta, Maurizio Coin
  • Fregona (TV): Trail Fest: Salvatore Crapanzano, Michele Nodari, Giovanni Loconsole, Massimiliano Tebaldi, Maurizio Tebaldi
  • Lighi (VI) - SkyLakes: Marco Temporin, Gabriele Vedova
  • Silea (VE) - Per...Correre il Sile: Silvano Marangon, Marco De Toni