domenica 3 aprile 2016

L'ernia inguinale causa di pubalgia dell'atleta

Una sports hernia o ernia dello sportivo è una lesione dolorosa dei tessuti molli che si verifica nella regione inguinale in seguito ad uno sforzo. Si verifica più spesso durante sport che richiedono repentini cambi di direzione, di movimenti o intense torsioni. Sebbene l'ernia dello sportivo può portare ad un tradizionale ernia addominale, essa è una lesione differente. L'ernia dello sportivo è uno strappo o una rottura di qualsiasi tessuto molle (muscoli, tendini, legamenti) nella zona addominale o nella zona bassa dell'inguine. A causa del fatto che possono essere colpiti diversi tessuti e potrebbe non esistere una concomitante ernia tradizionale, la comunità medica preferisce il termine "pubalgia dell'atleta" per riferirsi a questo tipo di patologia. L'opinione pubblica e i media hanno più familiarità con il termine "ernia dello sportivo o sports hernia", per questo motivo, questo termine sarà utilizzato nel resto di questo articolo.


Anatomia
I tessuti molli più frequentemente colpiti nell'ernia dello sportivo sono i muscoli obliqui nel basso addome. Particolarmente vulnerabili sono i tendini che inseriscono i muscoli obliqui all'osso pubico. In molti casi di ernia dello sportivo, anche i tendini che inseriscono i muscoli della coscia all'osso pubico (adduttori) possono essere stirati o strappati.

Cause
Le attività sportive che comportano la torsione degli arti inferiori con i piedi piantati al suolo sotto massimo sforzo può causare una lacerazione nei tessuti molli del basso addome o all'inguine. Ernie dello sportivo si verificano soprattutto in sport vigorosi come ad esempio il calcio o la lotta.

Sintomi
L'ernia dello sportivo di solito causa forti dolori nella zona inguinale al momento della lesione. Il dolore tipicamente migliora con il riposo, ma torna quando si riprende l'attività sportiva, in particolare con i movimenti di torsione. L'ernia dello sportivo non causa un rigonfiamento visibile all'inguine, come invece si osserva nella più "tradizionale" ernia inguinale.
Nel corso del tempo l'ernia dello sportivo può portare ad un'ernia inguinale classica. In questo caso gli organi addominali possono premere contro i tessuti molli indeboliti dalla lesione formando un rigonfiamento visibile tipico delle ernie inguinali. Senza trattamento questa lesione può causare un dolore cronico, invalidante che impedisce la ripresa delle attività sportive.

Visita medica
Durante il primo appuntamento, il medico parlerà con voi dei vostri sintomi e di come si è verificato l'infortunio. Se si è affetti da ernia dello sportivo, durante la visita il vostro medico probabilmente vi palperà la zona nell'inguine o sopra il pube. Sebbene l'ernia dello sportivo può essere associata con una tradizionale ernia inguinale, in alcuni casi il Medico non sarà in grado di diagnosticarla durante la visita.


TEST

Prove fisiche
Per determinare se si soffre di ernia dello sportivo, il medico probabilmente vi chiederà di sedervi e di flettere il tronco contro resistenza. Se si è affetti da ernia dello sportivo, questo test sarà doloroso.

Diagnostica per immagini
Dopo la visita il Medico potrebbe richiedre una radiografia per valutare le ossa del bacino ed escludere patologie sportive quali ad esempio frattue da stress o problemi alle anche come un conflitto femoro-acetabolare oppure una Risonanza Magnetica o un'ecografia per verificare lacerazioni dei muscoli e quindi se si è affetti da ernia dello sportivo. Raramente anche altri esami potrebbero essere utili per escludere altre possibili cause del dolore, ma questi saranno valutati caso per caso e prescritti dal Medico che vi sta curando.


TRATTAMENTO

Trattamento non chirurgico
Riposo: nei primi 7-10 giorni dopo l'infortunio, il riposo ed il ghiaccio possono essere utili. Se si nota un rigonfiamento all'inguine, la compressione o un impacco può aiutare ad alleviare i sintomi dolorosi.
Fisioterapia: due settimane dopo l'infortunio, si può cominciare a fare esercizi di fisioterapia per migliorare la forza e la flessibilità nei muscoli dell'addome e della coscia.
Farmaci anti-infiammatori: Il medico può prescrivere farmaci anti-infiammatori non steroidei (come Ibuprofene, Ketoprofene o Nimesulide farmaci che vanno assunti sempre con la prescrizione del proprio Medico Curante) per ridurre il gonfiore e il dolore. Se i sintomi persistono per un periodo prolungato, il medico può suggerire una iniezione di cortisone, che è un farmaco anti-infiammatori steroideo molto efficace.
In molti casi, dopo 4-6 settimane di fisioterapia si risolvono i dolori e in genere si ritorna anche all'attività sportiva. Se, invece, quando si riprende l'attività sportiva, il dolore ritorna potrebbe essere necessario prendere in considerazione un intervento chirurgico per riparare i tessuti lesionati.

Trattamento chirurgico
Procedura chirurgica: l'intervento chirurgico per riparare i tessuti strappati all'inguine può essere fatta come un tradizionale procedura aperta con una incisione cutanea, o come una procedura endoscopica. Nella procedura endoscopica il chirurgo esegue piccole incisioni cutanee e utilizza una piccola telecamera, chiamato endoscopio per vedere all'interno dell'addome. I risultati finali delle procedure, tradizionale aperta ed endoscopica, sono uguali. Alcuni casi di ernia dello sportivo richiedono il taglio di un piccolo nervo nell'inguine (nervo inguinale) durante l'intervento chirurgico per alleviare il dolore del paziente. Questa procedura si chiama neurectomia inguinale. Il Chirurgo Generale discuterà le procedure chirurgiche con voi e decederà quale procedura è più indicata per il vostro caso.
Riabilitazione chirurgica: il Chirurgo vi offrirà un piano di riabilitazione per aiutare a recuperare forza e resistenza. La maggior parte degli atleti sono in grado di tornare allo sport da 6 a 12 settimane dopo l'intervento chirurgico.

Risultati chirurgici
Più del 90% dei pazienti che passano attraverso il trattamento non chirurgico e poi si sottopongono alla chirurgia sono in grado di tornare all'attività sportiva. In alcuni pazienti può capitare che durante l'attività sportiva i tessuti si strappano di nuovo e la riparazione chirurgica quindi dovrà essere ripetuta. In alcuni casi di ernia dello sportivo, il dolore all'inguine e alla coscia continuano dopo l'intervento chirurgico. In questi casi talvolta può essere necessario un ulteriore intervento chirurgico, chiamato tenotomia degli adduttori. In questa procedura, il tendine che inserisce i muscoli dell'interno coscia al pube vengono tagliati. Il tendine tagliato guarirà con una lunghezza maggiore, allentando la tensione e dando al paziente una maggiore ampiezza di movimento.

Nota Bene: questa patologia è di pertinenza della Chirurgia Generale pertanto non viene trattata nel nostro Reparto Ortopedico.


Fonte: www.ortopediaborgotaro.it

Nessun commento:

Posta un commento