giovedì 1 dicembre 2016

Delle foglie possono farti essere un Runner migliore? Sì.


Le foglie verdi hanno benefici infiniti e diverse volte abbiamo approfondito l’argomento. Una dieta deve prevedere l’utilizzo costante di foglie verdi (e alghe) perché assicura infiniti benefici per la salute (l’ho già detto lo so ma repetita iuvant. Ad libitum, insomma. Come fosse un mantra).

Oltre ad aumentare l’energia, purificare il fegato, agire positivamente sullo stress, accelerare la guarigione delle ferite (ricordi le fratture da stress?) e dare un senso di sazietà immediato (senza considerazione l’effetto sulla pelle, sull’odore del corpo e dell’alito e tantissimo altro ben visibile anche esteriormente e non soltanto interiormente) ci sono vantaggi a non finire anche sulle prestazioni.

Un Runner lo è anche (e soprattutto) a tavola
Un Runner, come ripetiamo in modo a dir poco nauseabondo, lo è anche a tavola. Alimentarsi bene fa parte dell’allenamento stesso. Non è una scelta facoltativa ma un dogma. Un assioma. Per farla breve si potrebbe abbreviare senza diritto di replica “è così. E basta”. Fastidioso lo capisco, ma se vuoi convincerti che mangiare junk food, bere alcolici e mantenere una dieta senza programmazione o bilanciamenti precisi sia lo stesso mi dispiace ma stai andando fuori strada. Le erbe aromatiche come gli spinaci freschi, il cavolo e le alghe dovrebbero far parte giornalmente della tua dieta e per non confonderti basta rivolgerti (correndo) a un nutrizionista che in base alla tua età, statura, stile di vita, chilometraggi, allenamenti e altri fattori stabilirà cosa sia più giusto per te. La fonte di ferro e nutritivi fondamentali, come anche le proteine, non la trovi solo ed esclusivamente nella carne. Le verdure -e in particolar modo le foglie verdi- ti sosterranno e aiuteranno. Abbiamo fatto smoothie energetici di ogni sorta e tipologia senza dimenticare l’importanza del centrifugato di cavolo, di spinaci e non in ultimo elogiato il Santo Avocado protettore di tutti gli sportivi come la frutta secca e molto altro. Le foglie verdi hanno potenti antiossidanti, vitamine B, C, K, potassio, magnesio e un’infinità di meraviglie. Se si è elogiato anche il Golden Milk onestamente ti dico che le foglie verdi hanno un effetto di gran lunga superiore. Prova a fare un mese di utilizzo di foglie verdi tutti i giorni senza saltare mai un giorno (mantenendo chiaramente anche uno stile di vita il più sano possibile) e vedrai come si rifletteranno anche sulla concentrazione, il buon umore e gli allenamenti stessi.

Prova a bere frullati-smoothie-centrifugati che contengano spinaci, cavolo e qualsivoglia foglie verde (anche la rucola, sì). Inseriscile più che puoi anche durante i pasti. Con il cavolo puoi addirittura farci le chips (la vuoi la ricetta?) strepitose. Altro che spritz e aperitivi con pizzette impastate alla meno peggio e patatine che contengono ingredienti impronunciabili. Un vero RunLovers beve centrifugati, sgranocchia chips di cavolo, intinge piccoli e deliziosi temaki nella salsa di soia e spilucca roba deliziosa, sana e semplice.

Ecco. Semplice.

La semplicità
Quello che passa per “modaiolo” ed estremamente complicato in realtà è un ritorno ai sapori antichi, per certi versi. Un semplice frullato fatto in casa, un porridge che può essere una zuppa ottocentesca del contadino e piatti leggeri senza eccessivi condimenti che possano coprire il vero gusto e sapore delle cose. Non occorre coprire-imbottire-impanare una fetta di carne con panna, formaggi, salumi e solo il cielo sa cosa. Il ritorno alla semplicità è la strada giusta da percorrere. Un frullato con il cavolo non è una roba da pazzi invasati salutisti ma semplicemente e in soldoni: una bibita semplice. Senza chissà quali aggiunte, processi o qualsivoglia diavoleria.

La scarola, il cavolo riccio, il cavolo nero, le bietole, la rucola, la lattuga che ha tantissime varietà, come anche le alghe nori e wakame (le più conosciute) insieme alla spirulina, sono ottimi condimenti e aiutano la digestione dei legumi. Mangia tantissimi broccoli (e le foglie) e combina gli ingredienti in modo da ottenere frullati, smoothie o centrifugati che aumenteranno il tuo benessere e le tue prestazioni. Abbina gli spinaci alla banana ghiacciata e butta tutto dentro il frullatore. Non fare quella faccia pensando che io sia una strega che butta roba a caso in un calderone. Ci sono tantissimi libri che parlano di smoothie, frullati e bibite energetiche. E hai Runlovers che è completamente a tua disposizione e che molto spesso ti fornisce tantissime ricette al riguardo.

  • Cetriolo, succo di arancia, spinaci.
  • Spinaci, cavolo, banana, succo di limone.
  • Spinaci, limone, mela verde.
  • Spinaci, mirtilli, uva.

Seguiranno ancora tantissimi smoothie mirati per ogni esigenza. Sei pronto ad averli sempre in casa? E poi diciamolo a breve i malanni di stagione arriveranno e se ti imbottirai di foglie verdi vedrai come la musica cambierà ;-)

(a scanso di equivoci: sono per la chimica. Non curo la febbre con un centrifugato di spinaci. Credo nella chimica. Ma credo anche e soprattutto nella prevenzione)


Fonte: www.runlovers.it

Nessun commento:

Posta un commento