giovedì 31 dicembre 2015

ROBERTO MASSARUTTO

Ciao a tutti, mi chiamo Roberto Massarutto, vetusta ma onorata classe del ‘60.
Ho iniziato la mia avventura su strada appena adolescente coinvolto da amici coetanei che con i loro genitori mi portavano a spasso per il Veneto orientale fino alla bassa Friulana (sono nativo di quelle zone) per partecipare alle varie marce del fine settimana. Se però devo dire la verità, il benessere fisico non era il vero motivo della mia partecipazione, a quell’età si inseguiva ben altro…
Successivamente, per motivi familiari mi sono allontanato dalla terra di origine e anche dalle corse. Ho conosciuto ed apprezzato lo sport che più ho amato, ma anche frantumato:  il calcio.
Ma la gioventù passa, vari infortuni alle ginocchia, il lavoro e gli hobby mi hanno tenuto lontano dall’attività fisica,  ma non purtroppo dalla tavola e lo scotto è stato terrificante.
Tremendamente in sovrappeso, tre anni  fa consigliato dal cardiologo, decido che è ora di cambiar rotta.
Mi metto un po’ a dieta ed inizio a camminare, così in un anno e mezzo lascio per strada 15 Kg e con  piacere ritrovo un po’ di tono muscolare nelle gambe.
Ma la soddisfazioni  non sono ancora finite, piano piano inizio pure anche a correre!!!  Non seguo un piano preciso, non sono motivato da un agonismo sfrenato, mi accontento di aggiungere pochi metri in più alla volta precedente, timoroso soprattutto di dover sentire dolori alle provate ginocchia.
Piano piano arrivo a  5 poi a 10, anche a 15 Km di corsa e incredibilmente le ginocchia tengono, è un mezzo miracolo.  Il 2014 è stato poi un anno meraviglioso:  molte 10/12 Km, Transcivetta, 6 Rifugi e ciliegina sulla torta ben tre maratonine!  Certo i tempi non sono il mio piatto forte, ma che immensa soddisfazione…
Stimolato dall’amico Andrea quest’anno ho deciso di iscrivermi a questa società  per iniziare un percorso più serio di allenamenti  che mi porti a migliorare la tenuta fisica al fine di replicare qualche mezza maratona con minor sofferenza.
Mi attira molto il trail (ginocchia permettendo), ma non disdegno di certo le varie corse domenicali dei dintorni tutto all’insegna del ritrovato benessere fisico.
La maratona per il momento non è certo nei miei obbiettivi, ma… mai dire mai…
On the road, again…